ROMANIA, UCRAINA E REP. MOLDOVA

Durata: min 8 giorni

CODICE: RUMD

Arrivo/Partenza: da Iasi
  • 1° giorno: Iasi/Romania
    Arrivo con volo diretto a Iasi, capitale della Moldavia. Cena e pernottamento in albergo a Iasi.
  • 2° giorno: Iasi – Suceava (300km)
    Partenza per i monasteri ed i castelli della Moldavia e Bucovina. Sosta al castello di Ruginoasa, del primo principe regnante della Romania unita Alexandru Ioan Cuza. Arrivo a Piatra Neamt per la visita dell’antica corte principesca e del museo Cucuteni (antica civiltà neolitica). Pranzo. Nel pomeriggio si visitano i monasteri di Agapia (1641) affrescata all’interno da Nicolae Grigorescu, il più famoso pittore romeno. Le visite continuano con il monastero di Neamt, il più grande ed il più antico della Moldavia. L’attuale chiesa è costruita da Stefan il Grande alla fine del XV secolo ma il complesso monastico risale ad un secolo prima. Con una breve passeggiata si raggiungere la fortezza di Neamt. Sosta per un caffè ai piedi della collina dove si erge maestosa dal XVI secolo la fortezza. Arrivo in serata a Suceava, antica capitale della Moldavia di Stefan il Grande e Santo. Cena e pernottamento a Suceava.
  • 3° giorno: Visita dei monasteri della Bucovina (220km)
    Visita della cittadella di Suceava e del monastero San Giorgio, conosciuto per il suo tetto smaltato e per gli affreschi esterni. Si parte verso Radauti, dove si visita la chiesa Bogdana, necropoli principesca, il più antico edificio religioso della Moldavia, unico in stile gotico. Visita del monastero di Putna (1466), costruito da Stefan il Grande per essere la sua dimora eterna. Sosta a Marginea per visitare i laboratori della ceramica nera. Pranzo. Nel pomeriggio si visita il monastero di Sucevita (1601), l’ultimo dei monasteri affrescati all’esterno. Famoso per la “Scala delle virtù” ed il suo colore verde mare. E’ l’unico ad avere le fortificazioni originali integre. Le ultime 2 visite della giornata sono i monasteri di Humor (1530) – famosi affreschi della Glorificazione della Vergine e l’Assedio di Costantinopoli in tinte rosse ed il monastero di Voronet (1488) – famoso l’affresco con il Giudizio Universale in tinte blu che gli valgono il soprannome della Cappella Sistina d’Oriente. Cena e pernottamento a Suceava.
  • 4° giorno: Verso la Bucovina del Nord – Ucraina (230km)
    In mattinata si visita nei pressi di Suceava un monastero unico per la sua architettura: il monastero di Dragomirna (1609), capolavoro in pietra. Arrivo a Cernauti, antica capitale della Bucovina. Visita dell’Università (1875), ex sede della Metropolia della Bucovina, in stile moresco-bizantina. Passeggiata nel centro storico pedonale per ammirare la chiesa ortodossa San Nicola (1939), simile alla famosa chiesa romena di Curtea de Arges, la chiesa greco-cattolica in tinte gialle, la chiesa cattolica armena, la sinagoga, la cattedrale ortodossa di colore rosa. L’architettura del centro città è simile a quella austriaca del XVIII secolo. Pranzo. Di ritorno verso Suceava, breve sosta al monastero Banceni. Cena e pernottamento a Suceava.
  • 5° giorno: Verso la Moldavia di Stefano il Grande – Rep. Moldova (400km)
    In mattinata si attraversa il confine con la Rep. Moldova. La giornata è dedicata alla visita dell’antica fortezza di Stefano il Grande a Soroca, costruita alla fine del XV secolo sulle rive del fiume Nistro. Pranzo. Arrivo in serata nella capitale Chisinau. Cena e pernottamento a Chisinau.
  • 6° giorno: La Moldavia della riva sinistra del fiume Prut (180km)
    In mattinata si parte per la visita della Riserva naturale-culturale di Orheiul Vecchi, soprannominato il “Luogo dei 1001 misteri”. Si visitano le rovine dell’antica città orientale Seihr-al-Gedid dell’Orda d’Oro (XIII-XIVsec), della città medievale di Orhei e del palazzo amministrativo (XV sec), il monastero rupestre “La Dormizione della Vergine” (XIII-XIV sec), la Croce della Guarigione, meta di pellegrinaggi, la chiesa “ La natività di Maria” costruita nel 1904 sulla collina che domina la vallata del fiume Raut, le rovine della città geto-daca, il museo “ La casa contadina” (XIX sec). Pranzo con pietanze tradizionali. Proseguimento per il Monastero Curchi, uno dei più bei monasteri della Moldavia, costruito secondo i piani dell’architetto italiano Rastrelli e la chiesa San Nicola, costruita in stile bizantino. Sosta nel villaggio Vatici con visita del museo “l’antico focolare”. Degustazione di vini a Cricova e visita delle famose gallerie. Passeggiata serale nel centro di Chisinau.
  • 7° giorno: Dalla Rep.Moldova alla Moldavia (180km)
    Partenza in mattinata con una breve sosta alla casa vinicola di Milestii Mici che si contende il primato delle più lunghe gallerie con Cricova. Visita del monastero di Suruceni, dove nel 1785 il boiardo Casian Suruceanu costruì quello che viene considerato il luogo religioso più sacro per i moldavi. Distrutto durante l’occupazione sovietica, fu riaperto come monastero di suore nel 1992. Qui si trovano varie reliquie importanti per l’ortodossia, le più antiche dello spazio carpato-danubiano. Sosta a Bardar per visitare il nuovo allevamento di struzzi e non solo, qui s’incontra un mondo colorato e vario di animali, da cavalli selvatici, a pony, pavoni, fagiani, cigni neri, caprette nane e falchi. In seguito, arrivo al castello di caccia Manuc Bey, costruito nel XIX secolo in stile moldavo con influenze del classicismo francese. Pranzo. Arrivo nel tardo pomeriggio a Iasi. Visita pomeridiana del centro storico partendo del bellissimo Palazzo della Cultura per visitare la Chiesa principesca di San Nicola, la chiesa Tre Gerarchi, un merletto di pietra, la Chiesa metropolitana. Cena e pernottamento a Iasi.
  • 8° giorno Iasi – Italia
    Trasferimento all’aeroporto di Iasi per il volo di ritorno.