Nous serons au salon du tourisme Paris | 15-18 mars 2024

Regione

Bucovina

Città

Rădăuți

Grande Tempio ebraico
Weather icon

Consiglio COVID-19: si prega di seguire i consigli del governo e controllare gli orari di apertura delle attività prima del viaggio. Scopri di più

Grande Tempio ebraico

La costruzione risale all’anno 1883 e somiglia al tempio di Cernauti, in stile moresco, con l’aggiunta di due torri, senza cupola. L’inaugurazione fu fatta nel giorno dell’anniversario della nascita dell’Imperatore Francesco Giuseppe, che aveva donato il terreno per la costruzione. Lo stile all’interno è una combinazione di stili, dal barocco, al rinascimentale, al moresco.
Le prime famiglie ebraiche arrivano a Radauti nel XVIII secolo. L’impero austro-ungarico non vede di buon occhio la loro installazione in città ma l’ordine del 1816 di allontanarli, non viene stato messo in pratica tanto che la comunità accresce il suo numero. Nel 1821 ha anche un ristorante nel 1821 e nel 1830, la prima sinagoga. Radauti diventa città nel 1852 e così gli ebrei ricevono la cittadinanza dell’impero austro-ungarico. Nel 1880 gli ebrei rappresentano il 30% della popolazione e dispongono di un tempio, otto case di preghiera e sei scuole. Tra il 1937 e il 1940 subiscono le leggi raziali. Nel 1941 tanti sono deportati nei lager della Transnistria e in città rimangono solo 62 ebrei dei quasi 5000. Alla fine della guerra molti emigrano in Palestina e nel 1962 qui ne rimangono solo 800.