Cluj-Napoca
Weather icon

Circondata da sette colline, Cluj Napoca è il cuore culturale, accademico ed economico della Transilvania. Il suo centro storico è piccolo ma ci sono tante cose da vedere. La città è tagliata in due dal fiume Somesul Mic/il Piccolo Somes. E’ una città multietnica dove vivono romeni, ungheresi e tedeschi. Chiamata Klausenburg dai tedeschi, Kolosvar, […]

Per saperne di più
Cluj Napoca

Consiglio COVID-19: si prega di seguire i consigli del governo e controllare gli orari di apertura delle attività prima del viaggio. Scopri di più

Cluj-Napoca

Circondata da sette colline, Cluj Napoca è il cuore culturale, accademico ed economico della Transilvania. Il suo centro storico è piccolo ma ci sono tante cose da vedere. La città è tagliata in due dal fiume Somesul Mic/il Piccolo Somes. E’ una città multietnica dove vivono romeni, ungheresi e tedeschi.

Chiamata Klausenburg dai tedeschi, Kolosvar, dagli ungheresi, nel 1974 Cluj vide aggiungere al proprio nome l’appellativo Napoca, in omaggio all’antico insediamento romano del II secolo d.C. Quell’anno, in una grande riunione di piazza, Ceausescu ha annunciato il cambio del nome in Cluj-Napoca e per Turnu Severin in Drobeta-Turnu Severin, laddove Apollodoro di Damasco, l’architetto di Traiano, ha costruito il ponte sul Danubio tra 103 e 105.

La prima attestazione documentare di un insediamento sul territorio di Cluj è stata fatta da Tolomeo, come una delle più importanti località in Dacia, Napuca. Nel 124 Adriano la dichiara Municipio. Durante Marc Aurelio diventa la capitale con il nome di Colonia Aurelia Napoca. 

La città di Cluj è stata attestata per la prima volta nel 1213 con il nome Castrum Clus. Nel XIII secolo la città fu distrutta dai mongoli dell’Orda d’Oro.  Dopo la decimazione della popolazione da parte dei tartari arrivarono i primi sassoni, durante il regno di Stefano V Re d’Ungheria. Nel 1316 diventa città libera durante il regno di Carlo Roberto d’Angiò. L’imperatore del sacro romano impero e Re d’Ungheria, Sigismondo di Lussemburgo permette agli abitanti di fortificare la città. Mattia Corvino Re d’Ungheria dal 1458 al 1490 nacque a Cluj nel 1443. Le prime fabbriche di birra e di carta e la prima tipografia sono del XVI secolo.

Il Re Stefano Bathory, principe della Transilvania e re della Polonia, crea nel 1581 l’Università, dopo aver creato quella di Vilnius. Alla morte del principe, Cluj entra sotto il dominio austriaco di Massimiliano II. Alla fine del XVII secolo a Cluj arrivano le truppe del Duca di Lorena per punire il principe della Transilvania, Mihai Apafi I (1661-1690) per aver appoggiato gli ottomani nell’assedio di Viena, del 1683. Dopo il 1848 la capitale della Transilvania si sposta a Sibiu. Nel 1867 Cluj insieme alla Transilvania sono integrate nel Regno d’Ungheria.

Nel periodo della Belle Époque sono costruiti l’Università Franz Josef, la Biblioteca Centrale Universitaria, il Teatro Nazionale, il Palazzo di Giustizia, il Palazzo Comunale.

Nel 1918 la Transilvania si unisce alla Romania ma in seguito al Secondo arbitrato di Vienna del 1940 Cluj ritorna sotto amministrazione magiara fino nel 1944. Nel periodo maggio-giugno 1944 sono state sei deportazioni di ebrei ad Auschwitz. Molti ebrei sono riusciti a scappare e tornare nei territori romeni. 

In seguito al trattato di Parigi del 1947, Cluj ritorna a far parte della Romania. 

Probabilmente Cluj è la città dove si trovano edifici di tutti i culti religiosi della Romania, dalle chiese ortodosse, greco-cattoliche, cattoliche, protestanti e riformate alle sinagoghe e moschee. 

Durante una visita nel centro storico si possono ammirare importanti monumenti di epoca
medievale (il Bastione dei Sarti o Bastione Bethlen, la chiesa
 benedettina dal Monostor, la chiesa gotica San Michele),
rinascimentale (la chiesa gotica protestante senza campanile, la casa natale di Mattia Corvino, il Museo della Farmacia, la statua di San Giorgio che uccide il drago), barocca (la chiesa francescana, il palazzo Banfy sede del Museo di Arte), il monumento liberty a Mattia Corvino. La maggior parte dei palazzi del centro è in stile liberty.

Il nome Cluj è inoltre legato anche alla birra Ursus, la più famosa birra romena, e a Farmec, l’azienda produttrice di prodotti cosmetici, famosa per i prodotti Gerovital. La prima fabbrica di birra moderna è stata costruita a Cluj nel 1878. Dal 1996 la Società SABMiller, proprietaria di Peroni Nastro Azzurro, cominciò a comprare tutte le fabbriche di birra importanti della Romania (Timisoreana di Timisoara fondata nel 1718, Azuga, Ciucas, ecc).

Ursus Breweries è il nuovo nome del gruppo Asahi Breweries Europe Ltd in Romania. Quattro marchi di birra presenti in Romania più altri marchi internazionali sono stati uniti sotto questo nome: Ursus, Timișoreana, Ciucaș, Stejar, Azuga, Peroni Nastro Azzurro, Grolsch, Redd’s e Pilsner Urquell. L’azienda ha birrifici a Brasov, Buzau, Timisoara e un piccolo impianto di produzione a Cluj-Napoca. 

Ursus Breweries ha una capacità totale di oltre 6,8 milioni di ettolitri e oltre 1.500 dipendenti. 

L’azienda è stata di proprietà di SABMiller dal 1996 fino a marzo 2017, quando Ursus Breweries è entrata a far parte di Asahi Breweries Europe Ltd. 

Asahi Breweries Europe Ltd. (ABEL) è presente in 5 paesi europei, possiede 11 birrifici, ha circa 7.800 dipendenti e produce annualmente circa 33 milioni di Hl di birra.

Nel 2003 Ursus ha sponsorizzato la spedizione romena su Everest. 

Bastione dei Sarti
Casa natale del Re Mattia Corvino
Cattedrale della Trasfigurazione del Signore
Cattedrale Metropolitana di rito ortodosso
Chiesa e monastero francescano
Chiesa evangelica
Chiesa riformata del vicolo dei Lupi
Foresta Hoia
La Chiesa San Michele
Museo della Farmacia
Museo etnografico della Transilvania
Opera Nazionale romena
Palazzo Banffy – Museo d’Arte
Piazza dell’Unione
Statua della lupa capitolina
Statua di Avram Iancu
Statua di San Giorgio
Teatro Nazionale „Lucian Blaga”
Università Babeș-Bolyai
Transilvania,Cluj-Napoca Bastione dei Sarti E’ una delle poche torri da difesa appartenente alle fortificazioni dell’antica cittadella di Cluj, rimaste intatte fino ad oggi. Esso si trovava nell’estremità di sud-est della cittadella medievale costruita a partire dal XV secolo. Nel 1627-1629, durante il regno del principe Gabriel Bethlen il bastione fu ricostruito nella forma attuale. A nord si conserva una […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Casa natale del Re Mattia Corvino Inizialmente la casa si chiamava Stefan Kolb ed è uno dei più antichi monumenti architettonici di Cluj, essendo l’unico palazzo costruito durante la transizione dallo stile gotico a quello rinascimentale. In questo edificio nacque il Re Mattia Corvino il 23 febbraio 1443, figlio del governatore Iancu de Hunedoara e Elisabetta Szilagyi. L’edificio è stato costruito […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Cattedrale della Trasfigurazione del Signore La chiesa fu edificata in stile barocco negli anni 1775-1779 per ordine dei Frati Minori Conventuali grazie a una donazione dell’Imperatrice Maria Teresa. A causa di un errore di costruzione nella torre, la chiesa crollò il 22 settembre 1779. La torre e la facciata furono ricostruite tre anni dopo. Papa Pio XI trasferì la chiesa […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Cattedrale Metropolitana di rito ortodosso La cattedrale si trova nella Piazza Avram Iancu e fu costruita tra 1923-1933, subito dopo la Grande Unione del 1918. E’ uno degli edifici religiosi imponenti della città. E’ dedicata alla “Dormizione della Vergine”. Diventa cattedrale arcivescovile nel 1973. Dal 2006 qui si trova la Metropolia di Cluj, Maramures e Salaj. E’ la terza cattedrale […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Chiesa e monastero francescano La chiesa francescana è uno dei luoghi di culto più antichi e significativi di Cluj. La chiesa è dedicata a Santa Maria delle Nevi con giorno di commemorazione il 5 agosto, come la Basilica Santa Maria Maggiore di Roma. L’attuale chiesa fu costruita in stile romanico tardivo, nel 1260-1290 sulle rovine di un’altra, romano-cattolica, del […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Chiesa evangelica L’edificio in stile barocco e neoclassico è stato costruito tra il 1816 e il 1829. E’ una chiesa di culto evangelico-luterano frequentato piuttosto da magiari luterani. Le mura circondano il Bastione rotondo. La chiesa è lunga 33,8 m, ha un’altezza interna di 15 m e una torre di 43 m. L’organo è del 1913. Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Chiesa riformata del vicolo dei Lupi Il vicolo dei Lupi è una delle più antiche strade di Cluj, citata nei documenti d’epoca come Platea Luporum. Dopo l’unione del 1918, la strada prende il nome di Mihai Kogalniceanu, dal nome del primo-ministro di Alexandru Ioan Cuza, l’unificatore del 1859, della Moldavia con la Valacchia.  Si trova nei pressi del Bastione dei Sarti […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Foresta Hoia La foresta Horia-Baciu si trova nella parte occidentale della città nei pressi della sezione „en plein air” del Museo di Etnografia. Legende e fatti paranormali sono legati a questa foresta dove si dice che un pastore insieme alle sue pecore si sono persi. Ci sono dei fenomeni luminosi, magnetici e radianti. Sembra che sono stati […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca La Chiesa San Michele La Chiesa romano-cattolica San Michele è uno dei monumenti più rappresentativi dell’architettura gotica in Transilvania. L’edificio è stato eretto nella piazza centrale ed è tra i monumenti più emblematici della città. E’ uno degli edifici di culto più imponenti della Romania, lunga 70 m e con un’altezza massima della torre di 80 m. Il Re […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Museo della Farmacia La collezione si trova nella Casa Hintz, nella Piazza dell’Unione, cioè nella casa, dove ha funzionava nel 1573 la prima farmacia della città.  La casa è stata la proprietà di varie famiglie, prima di arrivare ai farmacisti Hintz (1863-1949). Il nucleo dell’attuale collezione che comprende vari oggetti farmaceutici della Transilvania, fu esposto per la prima […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Museo etnografico della Transilvania Il museo ha preso vita nel 1922, dopo la Grande Unione dell’1 dicembre 1918.  E’ il più vecchio museo di questo tipo della Romania e uno dei più prestigiosi dell’Europa. Il museo dispone di un patrimonio che supera 100.000 oggetti popolari, testimoni delle tradizioni delle popolazioni vissute in Transilvania.  E’ organizzato in otto sezioni, da […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Opera Nazionale romena La Compagnia teatrale prende vita nel 1919. Funziona nell’edificio del Teatro “Lucian Blaga”. L’inaugurazione fu fatta con lo spettacolo Aida di Verdi.  L’opera di Cluj è la più vecchia istituzione di questo genere della Romania. Uno dei direttori d’orchestra fu Egisto Tango (1873-Roma, 1951- Copenaghen) che diresse anche alla Scala e New York Metropolitan Opera.  […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Palazzo Banffy – Museo d’Arte Costruito tra il 1774 e il 1785, ai lati di un cortile rettangolare, dal conte György Bánffy, è considerato l’edificio in stile barocco più significativo della Transilvania. Il frontespizio rococò porta lo stemma della famiglia Banffy e sei statue di personaggi mitologici (da sinistra a destra: Ercole, Apollo, Marte, Minerva/Atene, Diana e Perseo). Il palazzo […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Piazza dell’Unione L’attuale piazza era il cuore della città medievale di Cluj, che si stringeva intorno alla Chiesa di San Michele. Le mura della fortezza medievale delimitano il centro storico della città. La piazza è la più grande (circa 220 m per 160 m) delle vecchie piazze dell’Europa centrale e sud-orientale. Ci sono delle piazze più grandi, […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Statua della lupa capitolina E’ una copia della Lupa Capitolina di Roma, regalata nel 1921 al municipio di Cluj, come simbolo del legame di latinità tra l’Italia e la Romania. Il bassorilievo di Traiano, sulla colonna sulla quale è appoggiata la Lupa, fu realizzato de Ettore Ferrari (1849-1930), che in Romania realizzò anche la statua di Ovidio Publio Nasone […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Statua di Avram Iancu E’ dedicata alla memoria del personaggio storico romeno Avram Iancu (1824 -1872) che ha sostituito il monumento per gli eroi sovietici.  Fu realizzata nel 1993 e il monumento ha scatenato vivaci controversie estetiche locali. Avram Iancu fu un avocato romeno che partecipò in modo attivo alla rivoluzione del 1848 e poi negli anni che seguirono, […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Statua di San Giorgio Di fronte alla chiesa riformata è stata collocata una copia in bronzo della statua equestre di San Giorgio che uccide il drago, realizzata nel 1904. L’orignale fu eseguito nel 1373 per ordine di Carol IV, re di Boemia, da  due scultori di Cluj. Quest’ultima si trova attualmente nel terzo cortile della cittadella di Praga, vicino […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Teatro Nazionale „Lucian Blaga” In Romania tutti i teatri hanno la propria compagnia teatrale. Questa di Cluj si è formata nel 1918, essendo la prima in lingua romena della Transilvania. Il primo spettacolo è stato proprio a un anno della Grande Unione. Dopo l’Arbitrato di Vienna, il teatro e l’opera si spostano a Timisoara, ritornando a Cluj nel 1945. […] Per saperne di più
Transilvania,Cluj-Napoca Università Babeș-Bolyai E’ uno dei più prestigiosi istituti statali di istruzione superiore in Romania. L’UBB ha la più lunga tradizione accademica tra le università romene, dall’Accademia Claudiopolitan / Collegio dei Gesuiti a Cluj, fondata nel 1581 dal principe della Transilvania, Stefan Bathory e che potreva offrire diplomi di baccalaureus, magister e dottore. Tra il 1698-1786 riceve il […] Per saperne di più
Transilvania Cluj City Break Per saperne di più