IBTM Barcelona 29 Novembre - 01 Dicembre
Piatra Neamț
Weather icon

Si trova in una zona verdeggiante sulle rive del fiume Bistrita ai piedi del Monte Sassolino/ Muntele Pietricica, abitata dalla preistoria, nel mesozoico. Nell’antichità la zona apparteneva alla civiltà Cucuteni (3.600 – 2.600 a.C.), abitata in seguito dai geto–daci (II a.C. – II d.C.). La cittadella Petrodava fu menzionata nella “Geographica” di Claudio Tolomeo. Dopo la […]

Per saperne di più
Piatra-Neamt

Consiglio COVID-19: si prega di seguire i consigli del governo e controllare gli orari di apertura delle attività prima del viaggio. Scopri di più

Piatra Neamț

Si trova in una zona verdeggiante sulle rive del fiume Bistrita ai piedi del Monte Sassolino/ Muntele Pietricica, abitata dalla preistoria, nel mesozoico. Nell’antichità la zona apparteneva alla civiltà Cucuteni (3.600 – 2.600 a.C.), abitata in seguito dai geto–daci (II a.C. – II d.C.). La cittadella Petrodava fu menzionata nella “Geographica” di Claudio Tolomeo. Dopo la conquista romana perde il ruolo di punto fortificato. 

La città viene citata nel periodo medievale nei documenti della spedizione in Moldavia, del Re magiaro Sigismondo di Lussemburgo nel 1395 e di nuovo nel 1431 in un documento firmato da Alessandro Il Buono. 

Il diritto di tenere fiera lo riceve nel 1453, la località essendo abitata da magiari e sassoni. L’importanza della città cresce con la costruzione di una Corte Principesca da parte di Stefano il Grande (1457-1504).

L’epoca moderna porta benessere con la costruzione di un mulino per la carta (1841), la costruzione di una fabbrica di giacconi in lana pressata/sumane. Furono costruite in seguito, fabbriche per la lavorazione del legname, sapone, fiammiferi, birra. Nel 1885 è costruita la ferrovia che collega la città con Bacau. Il fiume Bistrita era famoso per le zattere che scendevano dalla montagna fino alle segherie.

Durante la guerra d’Indipendenza contro i turchi del 1877, i giovani della città vengono arruolati come il regimento Dorobanti, nome riscontrato varie volte nei documenti dell’epoca per le loro gesta di coraggio. 

Alla fine del XIX secolo la popolazione era di circa 18.000 abitanti, la metà essendo di fede giudaica. Durante le due guerre la città ha registrato grandi perdite. 

Dopo la costruzione della grande diga a Bicaz e del sistema idroenergetico (circa 12 idrocentrali sul fiume Bistrita) il ruolo del fiume e il suo aspetto cambia radicalmente, le zattere non scendono più e la zona non subisce più delle piene disastrose. Nel periodo comunista a Piatra Neamt era sviluppata l’industria del legname e della cellulosa, dei mobili, dei mattoni e delle tegole, di maglieria, un mattatoio di volatili, fabbriche di pane, di industrializzazione del latte, fabbrica di birra, delle serre, cantine per la produzione del vino, scuderie di cavalli da riproduzione, ecc. Dopo la caduta del comunismo si è registrato il fallimento dell’attività industriale e l’abbassamento del livello di qualità della vita e lo spopolamento in massa. 

Corte Principesca
Museo di Arte
Museo di Arte eneolitica Cucuteni
Museo di etnografia
Museo di Storia e archeologia
Scavi archeologici
Sinagoga lignea “Baal Sem Tov”
Moldavia,Piatra Neamț Corte Principesca Comprende la Torre di Stefano e la Chiesa San Giovanni.  Dalla Corte principesca del 1468-1475 voluta da Stefano il Grande, rimangono solo le cantine che ospitano delle esposizioni temporanee. La chiesa risale al 1497-1498, monumentale ed elegante in stile architettonico tipico moldavo, di forma rettangolare, senza campanile. Le facciate di pietra non intonacata sono abbellite […] Per saperne di più
Moldavia,Piatra Neamț Museo di Arte Il museo fu fondato nel 1960. La collezione si sposta nell’attuale sede nel 1980. L’edificio fu costruito nel 1930 per funzionare come scuola elementare per ragazzi. La costruzione ha uno stile architettonico d’influenza tradizionale romena, usando l’alternanza della pietra con i mattoni rossi, elementi di ceramica smaltata come nelle chiese moldave. L’esposizione permanente comprende pittura, […] Per saperne di più
Moldavia,Piatra Neamț Museo di Arte eneolitica Cucuteni Fu inaugurato nel 2005 e si trova in un edificio costruito nel 1928-1930 dove tra 1930 -1948 ha funzionato la prima banca privata della Romania. E’ considerato il più bell’edificio civile di Piatra Neamt. Dopo la nazionalizzazione del ’48 l’edificio è passato nel patrimonio della Banca Nazionale della Romania fino nel 2004.  Nelle sale collocate […] Per saperne di più
Moldavia,Piatra Neamț Museo di etnografia Fu fondato nel 1980 e si trova nell’attuale edificio costruito nel 1924 che si affaccia sulla Corte Principesca, costruito in stile tipico moldavo. L’edificio è stato l’abitazione del direttore della scuola per ragazzi. La raccolta degli oggetti comincia insieme agli studi etnografici lungo il fiume Bistrita dove doveva essere costruito la più grande diga della […] Per saperne di più
Moldavia,Piatra Neamț Museo di Storia e archeologia Le prime collezioni risalgono al 1920 quando il museo si chiamava “Museo Cozia” dalla collina dove furono fatti dei ritrovamenti d’insediamenti dacici. Il museo fu fondato nel 1934 e si spostò nell’attuale edificio nel 1980. Se nel 1947 il museo aveva solo una sala di esposizione con 14 vetrine e 5000 oggetti, nel 1953 arrivava […] Per saperne di più
Moldavia,Piatra Neamț Scavi archeologici Fuori città, a circa 4 km si trova la cittadella dacica Petrodava, a Batca della Signora / Batca Doamnei, sulle rive di un lago artificiale, dove sono state trovate testimonianze dell’epoca neolitica di Cucuteni e ulteriormente, dell’epoca del bronzo (cultura Monteoru), nella cittadella dacica ( II secolo a.C. – I secolo), e nell’insediamento feudale (XII […] Per saperne di più
Moldavia,Piatra Neamț Sinagoga lignea “Baal Sem Tov” E’ probabilmente la più antica sinagoga della Romania e dell’Est-Europa e l’unica lignea. Rimane come testimonianza della numerosa comunità ebraica che abitava la città nel medioevo. L’attuale costruzione risale al 1766 quando nel documento firmato 19 luglio e firmato dal principe regnante Grigore Ghica della Moldavia, si parla di una costruzione realizzata al posto di […] Per saperne di più