BIT MILANO Pad. 4 Stand D81: 12 - 14 FEBBRAIO 2023
Galați
Weather icon

La zona è abitata già nel 500 a.C. dai Daci, che a Tirighina – Barbosi avevano un  insediamento, simile a quello di Sarmisegetusa Regia.  I romani, dopo la conquista, costruiscono il loro castrum, che diventa così un avamposto militare e porto per la flotta romana sul Danubio. Si trova alla confluenza tra Siret e Prut, […]

Per saperne di più
Moldova - Galati

Consiglio COVID-19: si prega di seguire i consigli del governo e controllare gli orari di apertura delle attività prima del viaggio. Scopri di più

Galați

La zona è abitata già nel 500 a.C. dai Daci, che a Tirighina – Barbosi avevano un  insediamento, simile a quello di Sarmisegetusa Regia.  I romani, dopo la conquista, costruiscono il loro castrum, che diventa così un avamposto militare e porto per la flotta romana sul Danubio. Si trova alla confluenza tra Siret e Prut, quest’ultimo formando il confine naturale con la Repubblica Moldova e Ucraina. La prima attestazione documentaria della città risale al 1445.  Dopo la conquista da parte dell’Impero Ottomano delle città fortificate Chilia e Cetatea de Balta, Galati rimane l’unico porto fluviale della Moldavia medievale.

La sua storia fu segnata da innumerevoli saccheggi tra cui quello del 1651 dalla parte dei Tartari e quello del 1710 dalla parte dei Turchi, dopo la sconfitta di Dimitrie Cantemir a Stanilesti. Nel 1789 i russi incendiano la città. Nel 1821 la incendiarono per l’ultima volta, i ribelli greci dell’Eteria. 

Rinata dopo 1829 quando fu restituita alla Moldavia, Galati fu porto franco tra 1836 e 1886 quando diventò il più grande porto per l’esportazione dei cereali e del legno.

Prima di diventare il Principe regnante del primo stato romeno, nel 1859, il Principe Alexandru Ioan Cuza fu l’amministratore locale. La sua casa ora è un museo locale.

Diventa un importante centro commerciale, dove le prime corse regolari con le navi fino a Vienna cominciano nel 1834. Tra il 1900 – 1914 a Galati funzionavano 14 consolati. 

Durante la seconda guerra mondiale subisce ingenti danni per i bombardamenti russi e tedeschi, che distruggono quasi tutto il centro storico. Dal 1965 diventa il più importante centro siderurgico dell’Est Europa. Galati è importante anche per il suo cantiere navale. 

Il 2 novembre 1990 apre a Galati il complesso di Scienze Naturali che comprende il Giardino botanico, il Giardino  zoologico, Osservatorio astronomico e l’acquario. 

Chiesa Mavromol
Chiesa Santa Precista
Stazione fluviale
Moldavia,Galați Chiesa Mavromol Per saperne di più
Moldavia,Galați Chiesa Santa Precista Fu fortificata e dedicata alla Vergine (1645 – 1647) dal Principe Regnate della Moldavia, Vasile Lupu essendo eretta su una basilica precedente, costruita da Stefano il Grande. I materiali di costruzione provengono dal vecchio castro romano di Barbosi. Rappresenta il più antico edificio di culto di Galati. Dentro ci sono delle belle icone. Per saperne di più
Moldavia,Galați Stazione fluviale E’ un bell’edificio in mattoni e pietra costruito in stile neo-romeno da Petre Antonescu, nel 1915. Per saperne di più