IBTM Barcelona 29 Novembre - 01 Dicembre
Iași
Weather icon

E’ la seconda città della Romania per numero di abitanti, dopo Bucarest, chiamata anche la città delle sette colline. E’ stata la capitale della regione Moldavia (compreso il territorio della Repubblica Moldova e una parte dell’Ucraina) dal 1564 al 1859, capitale insieme a Bucarest delle province unite, Muntenia e Moldavia, capitale del Regno di Romania […]

Per saperne di più
Iasi - RomaniaforAll

Consiglio COVID-19: si prega di seguire i consigli del governo e controllare gli orari di apertura delle attività prima del viaggio. Scopri di più

Iași

E’ la seconda città della Romania per numero di abitanti, dopo Bucarest, chiamata anche la città delle sette colline.

E’ stata la capitale della regione Moldavia (compreso il territorio della Repubblica Moldova e una parte dell’Ucraina) dal 1564 al 1859, capitale insieme a Bucarest delle province unite, Muntenia e Moldavia, capitale del Regno di Romania dal 1916-1918.  E’ un importante centro culturale, economico e accademico con le sue quattro università statali e sette private. 

Come a Bucarest, anche qui l’aspetto della città è contrastante, bei palazzi neorinascimentali e neoclassici, monasteri antichi, centri commerciali in vetro e acciaio, parchi e anche costruzioni dell’epoca comunista.

Il territorio odierno della città fu abitato dai daci, sarmati e romani. Il villaggio è stato occupato dai cumani, peceneghi, alani e tartari.

Le prime informazioni relative la città di Iasi risalgono al 1408, in un documento firmato dal principe regnate Alessandro il Buono, ma probabilmente la città è più vecchia poiché esistono degli edifici antecedenti a questa data, come la chiesa armena del 1395. 

La prima università fu fondata nel 1563 da Despot-Voda, a Cotnari, il Collegio (Schola Latina), con la durata di 5 anni. Il principe Vasile Lupu nel 1640, fondò il collegio di Iasi, scuola in lingua latina e la prima tipografia, presso la chiesa Trei Ierarhi dove appare il primo libro stampato nel 1643. Nel XVIII secolo Iasi aveva la sua prima Accademia principesca e dal 1835 ci sono nuove facoltà nell’Accademia Mihaileana ( dal nome del principe Mihai Sturdza).

Nel 1860 fu creata la prima università moderna della Romania, per volere del principe regnante Alessandro Ioan Cuza, che dava così continuità alla più antica università Vasiliana, fondata dal principe Vasile Lupu nel 1640, trasformata in Accademia Principesca dal principe Antioh Cantemir, nel 1707.

Il principe regnante Alexandru Lapusneanu vì trasferì la capitale da Suceava, nel 1564. 

La città ha subito gli attacchi dei tartari nel 1513, degli ottomani nel 1538, dei russi nel 1686, dei turchi e dei contro i rivoluzionari dell’Eteria nel 1822. Dopo l’unione dei Principati Romeni, la città conosce una relativa tranquillità per meno di un secolo fino alla prima guerra mondiale quando la famiglia reale si rifugia a Iasi dopo che Bucarest cadde nelle mani delle Poteri Centrali il 6 dicembre 1916. 

Un’altra pagina nera di Iasi è la seconda guerra mondiale quando nel 1941 il generale Antonescu scatena la caccia contro gli ebrei. Durante il Pogrom di Iasi hanno perso la vita più di 13.000 persone. Nel 1944 subisce gravi danni per le lotte tra le armate romeno-tedesche da una parte e l’Armata Rossa, dall’altra. Il 21 agosto 1944, due giorni prima della dichiarazione del 23 Agosto, quando i romeni hanno girato le armi contro i tedeschi, Iasi è stata occupata dalle truppe russe.

Durante la sua storia a Iasi si registrano degli eventi singolari come:

  • 1834 – il primo museo della Romania
  • 1840 – il primo teatro della Romania e il primo spettacolo in lingua romena
  • 1856 – il primo giardino botanico
  • 1859 – la prima università di medicina in Romania
  • 1876 – il primo teatro in lingua yiddish del mondo

Tra i personaggi celebri nati a Iasi, ci sono: George Emil Palade – unico romeno insigne con il premio Nobel in Medicina nel 1974, Emil Racovita – il primo scienziato che ha partecipato a una spedizione scientifica internazionale, in fondatore della bio-speologia (studio della fauna nelle grotte).

La città di Iasi è gemellata con 20 venti città di cui sette italiane.

Biblioteca centrale Universitaria – Piazza Mihai Eminescu
Casa Cantacuzino-Pașcanu oppure Casa Cantacuzino-Cozadini
Casa Dosoftei
Cattedrale cattolica di Santa Maria Regina e la chiesa cattolica “la Dormizione di Maria”
Chiesa armena
Chiesa Barnovschi
Chiesa dei lipoveni – a sud di Piazza Unirii
Chiesa San Giorgio, la chiesa Metropolitana vecchia
Chiesa San Nicola – Domnesc
Chiesa San Pietro e Paolo oppure Barboi
Chiesa Tre  Gerarchi
Facoltà di Medicina
Giardino Botanico
Grand Hotel Traian – Piazza dell’Unione
Hotel Unirea – Piazza dell’Unione
La cattedrale Metropolitana
Monastero Golia
Monastero San Sava
Museo dell’Unione
Palazzo della Cultura
Palazzo della stazione ferroviaria
Palazzo Roznovanu
Parco Copou
Parco dei Voivoda
Spianata Elisabetta terrazza oppure la Ripa Gialla
Statua dell’Unione
Statua di Alexandru Ioan Cuza
Teatro Vasile Alecsandri
Università Alexandru Ioan Cuza
Moldavia,Iași Biblioteca centrale Universitaria – Piazza Mihai Eminescu L’edificio (1943) è stato inizialmente sede della fondazione universitaria Ferdinando, diventato biblioteca dopo la seconda guerra mondiale. All’esterno ha colonne neo-doriche, ioniche e medaglioni raffiguranti grandi personalità romene. All’interno abbondano marmi di Carrara e mosaici veneziani e vi sono custoditi più di tre milioni di volumi oltre al Vangelo stampato da Coresi nel 1581, il […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Casa Cantacuzino-Pașcanu oppure Casa Cantacuzino-Cozadini È un edificio costruito nel 1840 dal nobile Dumitrache Cantacuzino-Pașcanu.  Dal 1875 diventa residenza reale temporanea per Carlo I e Ferdinand. Negli anni successivi fu residenza della regina Maria e dei figli durante la prima guerra mondiale, prima del 1944 fu prigione per i soldati sovietici per diventare dopo il 1944 per i soldati tedeschi, […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Casa Dosoftei E’ una costruzione della seconda meta del XVII secolo, dove il metropolita Dosoftei installò nel 1679, una tipografia, la seconda della Moldavia. Qui fu stampata nel 1682, in quattro volumi, la sua più importante opera, “la vita e le opere dei santi”, traduzione dal greco e dall’antico slavo ecclesiastico (slavone). Nel 1970 fu aperta qui […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Cattedrale cattolica di Santa Maria Regina e la chiesa cattolica “la Dormizione di Maria” E’ un edificio futuristico a forma circolare costruito tra il 1992 al 2005. La cupola presenta un diametro di 24 m e a 24 finestre ogivali con vetrate a colori. La chiesa cattolica attuale è del 1789 e fu varie volte ricostruita dal XV secolo, quando si conosce dai documenti che c’era una chiesa cattolica […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Chiesa armena Costruita nel 1395 in pietra e mattoni è il più antico edificio della città. Purtroppo dopo la vasta ristrutturazione del 1803 è rimasto ben poco dell’originaria struttura armena. Per saperne di più
Moldavia,Iași Chiesa Barnovschi Era un monastero quando fu costruito durante il regno del principe Miron Barnovschi (1626 – 1629; 1633) insieme ai monasteri Barnova, Hangu (valle del fiume Bistrita), Dragomirna (Bucovina) e San Giovanni Battista (Iasi). Nel 1629 il monastero non era ancora finito, come risulta dalle indicazioni che da ai suoi aiutanti, dalla prigione del sultano. Fu […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Chiesa dei lipoveni – a sud di Piazza Unirii La chiesa dei lipoveni (dei russi staroveri – di vecchio rito) si trova oltre il parco del Palazzo della Cultura, laddove, sulle rive del fiume Bahlui fu costruita la prima chiesa nella seconda meta del XVIII secolo da rifugiati ortodossi russi che non riconoscevano le riforme imposte dallo zar Alexei (il padre di Pietro il […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Chiesa San Giorgio, la chiesa Metropolitana vecchia Si trova vicino alla chiesa Metropolitana, nello stesso cortile. Fu costruita tra 1761-1769 dal principe Calimachi essendo anche cattedrale metropolitana al posto della chiesa San Nicola. Per più di un secolo furono incoronati qui i principi e designati i principali della chiesa ortodossa moldava. L’iconostasi è in stile barocco balcanico. Usata molto tempo come museo […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Chiesa San Nicola – Domnesc E’ una chiesa fatta costruire da Stefano il Grande dai 1491 e il 1492, restaurata tra il 1884 il 1904 dall’architetto francese André Lecomte de Nouy. Essa faceva parte della vecchia corte principesca, dove adesso sorge il Palazzo della cultura, e fino nel XVII secolo fu cattedrale metropolitana. Qui furono consacrati i principi regnanti della […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Chiesa San Pietro e Paolo oppure Barboi L’attuale chiesa è del 1841-1844 ricostruita sul sito della chiesa del 1615, fatta edificare dal cancelliere del principe regnante, Ioan Ursu Barboi. Dopo la secolarizzazione del 1864, la chiesa diventa semplice parrocchia. Dopo il terremoto del 1977, la sua struttura è stata messa in grave pericolo. Il restauro, con l’appoggio del Patriarca Teoctist, finisce nel […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Chiesa Tre  Gerarchi Si può dire che questa chiesa è la più bella mai realizzata da Vasile Lupu, un vero merletto in pietra. Fu costruita tra 1637 -1639 e dedicata ai Santi Basilio di Cesare, Giovanni Crisostomo e Gregorio Taumaturgo. Somiglia molto alla chiesa del monastero Dragomirna (1606-1609). La pittura fu eseguita nel 1642 dai migliori artigiani della […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Facoltà di Medicina Nel 1860 fu fondata l’Università di Iasi, nel Palazzo di Alexandu Calimachi, principe tra 1795-1799. L’edificio fu costruito nel 1793 da Mihai Cantacuzino e ha avuto vari proprietari, nobili famosi, Costache Ghica e Alecu Rosetti Roznovanu, dopodiché fu venduto al Ministero della Pubblica Istruzione. Qui, nelle 25 stanze, abitò anche il principe regnante Constantin Moruzi […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Giardino Botanico Nel 1856 fu fondato a Iasi, il primo giardino botanico della Romania, dal medico e naturalista Anastasie Fatu, grande patriota, filantropo e uomo di cultura. Nel 1873 la Società dei medici e naturalisti crea un secondo giardino botanico, intorno alla sede della società, dove adesso si trova il Museo di storia naturale. Fondato nel 1834 […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Grand Hotel Traian – Piazza dell’Unione Fu costruito secondo il progetto di Gustave Eiffel 1879- 1882 in stile neoclassico con una struttura metallica con colonne di ghisa e piattaforme metalliche, una novità per l’epoca. L’edificio, voluto dal sindaco della città, doveva essere un teatro ma i debiti cumulati lo costringono a cedere l’edificio che diventa così un albergo. Nello stesso periodo […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Hotel Unirea – Piazza dell’Unione Fu eretto nel 1969 ed è stato fino a qualche anno fa il più alto edificio di Iasi, 58 m. Per saperne di più
Moldavia,Iași La cattedrale Metropolitana La costruzione iniziò nel 1833 ma fu interrotta per più di 40 anni per motivi strutturali. Fu benedetta nel 1887 alla presenza del Re Carlo I e della Regina Elisabetta. Dal 1889 custodisce le reliquie di Santa Parascheva e nel suo giorno, 14 ottobre, a Iasi arrivano migliaia di pellegrini per assistere al giro dell’erma […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Monastero Golia Risale all’inizio del XVI secolo, rifatto poi dal principe della Moldova, Vasile Lupu, tra 1650-1653. Fu costruito in stile tardo-rinascimentale, fortificato e circondato da roseti. Le mura del monastero e la torre alta di 30 m (120 gradini) all’ingresso, proteggono la chiesa del XVII secolo, nota per i suoi vivaci affreschi bizantini e i portali […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Monastero San Sava Fu fondato nel 1583 da quattro monaci greci arrivati dal monastero San Sava vicino a Gerusalemme, nel deserto della Palestina. E’ una costruzione monumentale che combina elementi architetturali bizantini, orientali, gotici, moldavi e valacchi. E’ una delle più vecchie e impressionanti chiese di Iasi. Fu restaurata varie volte. Il suo nome è legato varie volte […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Museo dell’Unione Qui abitarono varie famiglie di nobili moldavi, dal 1859 al 1862 essendo la residenza del principe Alexandru Cuza. L’edificio fu costruito nel 1806 dall’architetto Bayardi, in stile neoclassico. Durante la prima guerra mondiale quando la Casa Reale si auto esiliò a Iasi, qui abitò il Re Ferdinand. A pianterreno sono esposti documenti riguardanti l’unione del […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Palazzo della Cultura Fu costruito in stile neo-gotico, tra 1906 – 1925, fu innalzato, in parte, sulle rovine dell’antica corte principesca medievale del 1434. Fu inaugurato nel 1925 alla presenza del Re Ferdinando di Hohenzollern, il secondo re della Romania moderna. Nella decorazione di alcune sale si è utilizzato per la prima volta un materiale brevettato da Henri […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Palazzo della stazione ferroviaria Per saperne di più
Moldavia,Iași Palazzo Roznovanu Eretto tra il 1780 – 1800 e restaurato tra il 1830 e 1833 in stile neo-classico con elementi eclettico – barocchi, dallo stesso architetto Gustav Freywald, che progetto anche la grande Cattedrale ortodossa di Iasi. Fino al 1891 quando l’edificio fu venduto allo Stato romeno, i suoi proprietari erano i più ricchi e influenti personaggi […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Parco Copou Il parco fu allestito sin dal 1833 ed è il più celebre e il più vecchio parco di Iasi. Sul vialetto principale, Junimea, si trovano i busti di bronzo della nota società letteraria di Iasi, della fine del XIX secolo, tra cui Ion Creanga, Ciprian Porumbescu (musicista), George Toparceanu (poeta), Barbu Dellavrancea (drammaturgo), ecc. C’è […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Parco dei Voivoda Per saperne di più
Moldavia,Iași Spianata Elisabetta terrazza oppure la Ripa Gialla Nei pressi della Biblioteca Universitaria si trova questa scalinata per collegare la nuova stazione ferroviaria (1870) con il centro della città. La sua costruzione iniziò nel 1897 e finì nel 1902 secondo i progetti dell’architetto italiano Iginio Vignali. Per saperne di più
Moldavia,Iași Statua dell’Unione Dal 1999 fu nuovamente collocata la statua dell’Unione, la copia di quella che fu allontanata nel 1947 realizzata da Olga Sturza che si trovava nel 1927 vicino alla Biblioteca Centrale, laddove adesso c’è la statua di Mihai Eminescu.  Il gruppo statuario rappresenta Regina Maria con dei bambini che rappresentano Transilvania, Bassarabia (nome usato per la […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Statua di Alexandru Ioan Cuza Nel 1859 Alexandru Ioan Cuza (1820-1873) fu eletto nei due piccoli stati, la Valacchia e la Moldavia, fatto che permesse in primis l’unione delle amministrazioni. Dopo la sua morte, gli studenti di Iasi hanno fatto una raccolta di soldi per la costruzione che fu fortemente contrastata dai due partiti, liberale e conservatore (il principe aveva […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Teatro Vasile Alecsandri E’ una costruzione di scuola austriaca, inaugurata nel 1896, dopo l’incendio del Teatro sul colle Copou. Gli stessi architetti hanno progettato i teatri di Praga, Odessa e Zurigo. E’ la più vecchia l’istituzione di questo tipo nel paese.  La sua facciata è in un perfetto stile neoclassico, mentre la sala in stile barocco e rococò […] Per saperne di più
Moldavia,Iași Università Alexandru Ioan Cuza L’Accademia Mihaileana è il primo moderno istituto di istruzione superiore in Moldova (1835-1847). Fu inaugurato a Iasi durante il regno di Mihail Sturdza, grazie agli sforzi di Gheorghe Asachi e di altri studiosi romeni dell’epoca. Qui s’insegnavano corsi di storia, diritto, chimica, matematica, scienze biologiche, astronomia, lingua greca, geometria e architettura. È un’antesignana dell’Università di […] Per saperne di più
Moldavia Tour breve della Moldavia & Bucovina Accessibili Per saperne di più
Moldavia Iași City Break Per saperne di più