BIT MILANO Pad. 4 Stand D81: 12 - 14 FEBBRAIO 2023
Carei
Weather icon

Carei è una città nel nord-ovest della Romania a circa 100 km dalla frontiera ungherese. Il nome della città compare per la prima volta in un documento del 1320 come Vila Karul (“carul” significa “il carro” in romeno) ma probabilmente la città si è costituita molto prima. Nel XIV secolo c’era un piccolo insediamento formato […]

Per saperne di più
Carei

Consiglio COVID-19: si prega di seguire i consigli del governo e controllare gli orari di apertura delle attività prima del viaggio. Scopri di più

Carei

Carei è una città nel nord-ovest della Romania a circa 100 km dalla frontiera ungherese. Il nome della città compare per la prima volta in un documento del 1320 come Vila Karul (“carul” significa “il carro” in romeno) ma probabilmente la città si è costituita molto prima. Nel XIV secolo c’era un piccolo insediamento formato dalle case in argilla con tetti in paglia dei contadini romeni, intorno al castello Karolyi. Nel XVIII secolo le varie etnie erano raggruppate per quartieri: ebrei, zingari, magiari, romeni. La città aveva un carattere agricolo e i nobili erano magiari. Nel XVIII nella città c’erano 370 artigiani, in 54 corporazioni di mestieri. Sempre nel XVIII secolo sono arse sul rogo le ultime streghe. 

Dal 1940 al 1944 la città ha fatto parte del territorio occupato dall’ammiraglio (della flotta dell’Impero austro-ungarico) Miklos Horthy, il reggente ungherese (1921-1944), in seguito al Dettato di Vienna (1940).

Castello Karolyi
Monumento alla Gloria del Soldato Romeno
Maramures,Carei Castello Karolyi Vicino al confine ungherese, si trova il castello Karolyi (1482 – dai documenti risulta la presenza di una casa in pietra, che nel 1582 diventa una fortezza di difesa contro gli ottomani e che fu ingrandita nel 1665 e trasformata in un palazzo in stile barocco a un piano nel 1792) che presenta  vari stili […] Per saperne di più
Maramures,Carei Monumento alla Gloria del Soldato Romeno Di fronte si trova il Monumento del soldato romeno inaugurato nel 1964 per commemorare il sacrificio dei soldati romeni della seconda guerra mondiale, che hanno liberato questi territori il 25 ottobre 1944 dalle armate horthyste. Il monumento è stato realizzato dal conosciuto scultore, Vida Gheza.  Il monumento non fu dedicato solo ai soldati ma anche […] Per saperne di più