Nous serons au salon du tourisme Paris | 15-18 mars 2024
Rădăuți
Weather icon

Piuttosto un grande villaggio che una piccola città si estende su 32 kmq.  L’origine del nome è controversa. Il nome di Radauti viene per la prima volta incontrato in un documento firmato nel 1393, dal principe regnante Roman I (1391-1394). Ma la zona fu abitata già dai tempi dalla civiltà Cucuteni e dai daci. Prima di […]

Per saperne di più
Radauti

Consiglio COVID-19: si prega di seguire i consigli del governo e controllare gli orari di apertura delle attività prima del viaggio. Scopri di più

Rădăuți

Piuttosto un grande villaggio che una piccola città si estende su 32 kmq. 

L’origine del nome è controversa. Il nome di Radauti viene per la prima volta incontrato in un documento firmato nel 1393, dal principe regnante Roman I (1391-1394). Ma la zona fu abitata già dai tempi dalla civiltà Cucuteni e dai daci. Prima di Roman I, di questa zona scrive nei suoi documenti, Bogdan I il fondatore dello stato moldavo, come punto scelto per il suo esercito, nei pressi dei villaggi di Radomir. 

Qui Bogdan I fondo la prima chiesa, Bogdana, in pietra, la più antica chiesa della Moldova. La chiesa sarà necropoli principesca.

Nel 1744 il vescovo ortodosso fondò la prima tipografia. Nel 1750 la tipografia fu spostata a Iasi.  

Nel 1796 vi si stabilì il primo abitate di fede ebraica, commerciante. 

Nel 1819 l’amministrazione austro-ungarica lo dichiara città. 

Durante le due guerre e il periodo interbellico la popolazione della città conobbe importanti variazioni come numero, etnia e cittadinanza. Nel 1910 in città abitavano 5940 ebrei, 5256 germani e 4456 romeni. Nel periodo interbellico i tedeschi e austriaci migrano e anche una parte degli ebrei. Alla fine del 1940 a Radauti vivevano 9330 romeni, 2989 ebrei e 148 germani.

Dal 1994 Radauti diventa municipio.

Tutti gli obiettivi turistici si concentrano lungo la Via Piazza dell’Unione. Lungo questa via si trova la Sinagoga, l’enorme edificio della Cattedrale Ortodossa (1927-1961), il museo etnografico e la chiesa Bogdana. 

Cattedrale ortodossa
Grande Tempio ebraico
Monastero Bogdana
Bucovina,Rădăuți Cattedrale ortodossa Ha una superficie di 550mq, una lunghezza di 60 m e un’altezza di 50 m. E’ costruita in stile neo-bizantino con elementi della tradizione religiosa moldava. Ha tre navate, colonne con capitelli corinzi dividono gli spazi. La chiesa ha 131 finestre e una torre principale alta sei m con quattro torri più piccole. L’iconostasi proviene […] Per saperne di più
Bucovina,Rădăuți Grande Tempio ebraico La costruzione risale all’anno 1883 e somiglia al tempio di Cernauti, in stile moresco, con l’aggiunta di due torri, senza cupola. L’inaugurazione fu fatta nel giorno dell’anniversario della nascita dell’Imperatore Francesco Giuseppe, che aveva donato il terreno per la costruzione. Lo stile all’interno è una combinazione di stili, dal barocco, al rinascimentale, al moresco.Le prime […] Per saperne di più
Bucovina,Rădăuți Monastero Bogdana La chiesa fu costruita nel 1359 dal principe regnante Bogdan I. E’ la più antica chiesa in pietra della Moldavia, necropoli della famiglia principesca fino ad Alessandro il Buono (1400-1432), quando diventò residenza vescovile. Durante il suo regno, Stefano il Grande pose sulle tombe di sei principi regnanti delle pietre tombali riccamente ornate con iscrizioni […] Per saperne di più